Knowledge sharing: l’importanza della condivisione del sapere aziendale

| Knowledge Sharing

BI Network - knowledge sharingIl knowledge sharing, chiamato anche più semplicemente “condivisione della conoscenza”, è un’attività aziendale attraverso la quale il “sapere” (ossia la cultura, le informazioni e il know-how) di un’impresa viene scambiato e condiviso tra più attori facenti parte della stessa organizzazione.

Il principio del knowledge sharing si fonda sulla comprensione profonda di quanto le informazioni intrinseche di un’impresa siano uno dei suoi beni immateriali più preziosi, e di come la loro corretta gestione permetta di costruire e mantenere importanti vantaggi competitivi.

Questa è la ragione per cui sempre più aziende dedicano tempo e risorse al processo di knowledge sharing coinvolgendo l’intero team di lavoro, e dando vita a strutturate attività di condivisione della conoscenza sostenute da sistemi di cosiddetto knowledge management.

Da cosa è influenzato il knowledge sharing? 

È importante sottolineare che, se da un lato la tecnologia e piattaforme software dedicate rappresentano un importantissimo strumento di supporto in qualunque operazione di knowledge sharing, esistono comunque tanti altri fattori che influenzano la condivisione di conoscenze all’interno di una impresa.

Tra questi vale la pena menzionare:

  • Inclinazione personale dello staff
  • Cultura aziendale
  • Cultura organizzativa
  • Fiducia nell’impresa
  • Incentivi

Sempre di più, il knowledge sharing si pone come una sfida importante per le aziende del futuro, ben consapevoli di dover operare come “sistemi complessi” composti da persone e macchine per mantenere performante la loro competitività sul mercato. Al contempo, il knowledge sharing deve ancora fare molto per superare specifiche resistenze culturali che, nella pratica, si traducono in una certa insofferenza e sfiducia a condividere il proprio know-how con altri soggetti.

Paradossalmente, proprio riconoscere le difficoltà di trasferimento delle conoscenze tra i vari membri della stessa organizzazione può rivelarsi vantaggioso per l’impresa, perché permette di adottare nuove strategie in termini di knowledge management, nonché di metterle a punto per creare flussi di conoscenza tacita attraverso sistemi, strumenti e piattaforme dedicati.

Knowledge Sharing:  consigli pratici per svilupparlo in azienda Scarica l'infografica!

Il knowledge sharing e la conoscenza esplicita 

È poi importante sottolineare cosa sia il knowledge sharing che coinvolge la conoscenza cosiddetta “esplicita”.

Nella pratica, ciò si verifica quando il know-how è reso disponibile per la condivisione tra diverse entità, e ciò è possibile al soddisfacimento di cinque specifici requisiti:

  • Articolazione: chi fornisce le conoscenze può descrivere le informazioni in modo completo
  • Consapevolezza: chi recepisce le conoscenze è consapevole che il know-how è messo a sua disposizione
  • Accesso: chi riceve le conoscenze può entrare in contatto con chi le fornisce
  • Regole: il know-how è definito e differenziato in argomenti così da evitare il sovraccarico delle informazioni, e per fornire un più facile adeguato grazie alla collaborazione dei cosiddetti “manager della conoscenza”
  • Completezza: l’approccio olistico nel knowledge sharing è gestito e autopubblicato centralmente
Il knowledge sharing e la conoscenza tacita

Oltre alla conoscenza esplicita esiste poi la già citata conoscenza “tacita”, che si condivide primariamente attraverso la socializzazione.

Si tratta di un tipo di know-how difficile sia da identificare in modo chiaro che da codificare, ma la cui condivisione può essere influenzata da diversi fattori:

  • Interazioni quotidiane tra membri diversi della stessa organizzazione
  • Presenza di spazi dove i soggetti possono conversare, discutere e scambiarsi informazioni in modo naturale e informale, senza essere monitorati
  • Pratiche di lavoro sperimentali che influenzano la comunicazione e il problem solving attraverso lo sviluppo di reti sociali

In conclusione, perché il knowledge sharing è tanto importante per le aziende? Essenzialmente, perché la conoscenza rappresenta sempre un prezioso valore aggiunto, un privilegio immateriale e intangibile che opera concretamente per costruire vantaggi competitivi e dunque mantenere alta la qualità aziendale.

Recent Posts

Conosciamoci meglio

Approfondiamo insieme come ottenere il massimo dai tuoi dati.